AAMS, pratiche per un casinò online legale

Regole in difesa dei giocatori

Dal 1995 l’azzardo sbarca dirompente nel mondo virtuale. Si materializzano i primi casinò online. È un successo travolgente, andando (forse) anche oltre le più rosee aspettative. Ci vuole poco perché gl’introiti attirino le luci della ribalta e di conseguenza gli inevitabili controlli. In Italia c’è l’AAMS che vigilia perché tutto fili lisci. L’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato è l’unico ente riconosciuto che possa rilasciare la licenza affinché una piattaforma operi nell’ambito del gioco online con soldi veri legalmente in Italia. Lì dove non viene richiesto o concesso, l’AAMS oscura (provare per credere). Una scelta magari un po’ rigida, ma motivata per tutelare il sempre più crescente numero di giocatori online, facili preda di case da gioco poco affidabili che attirando con voluttuose proposte, poi in realtà sono trappole per estorcere più denaro possibile dalle tasche di ignari giocatori.

Sistema di licenze e parametri per il rilascio

Sicurezza e alta percentuale di vincita sono le basi fondamentali su cui poggia il conferimento dell’autorizzazione dell’AAMS. Primo fattore è che il payout di qualsiasi gioco autorizzato online debba garantire un ritorno di vincita complessivo attorno al 90 per cento. Il resto delle caratteristiche per avere il via libera a norma di legge, sono rivolte alla sicurezza: 1) assistenza di operatori qualificati ventiquattro ore su ventiquattro 2) esposizione logo Aams 3) garanzia della privacy e dell’anonimato 4) supporto multilingua 5) protezione dei minorenni con appositi sistemi forniti dal casinò stesso 6) protezione SSL a 128 bit per le transazioni verificate dagli organi competenti dello Stato Italiano 7) software controllati e prodotti da ditte qualificate, il cui sia lavoro sia validamente riconosciuto 8) supporto di forme di pagamento con carte prepagate, soldi virtuali, paypal, e-wallet, etc.: tutte devono essere approvate da Aams 9) trasparenza delle regole e delle modalità di gioco.

Dalla teoria alla pratica

Alcuni dei primi casinò online a essere diventati legali in Italia sono stati (in ordine alfabetico) Betclic, GD Gioco Digitale, Sisal, William Hill. Entrando nei rispettivi siti, ciascuno ha ampie sezioni dedicate ai nove punti sopradescritti, sposando in pieno le indicazioni dell’AAMS. C’è di più. Qualcuno è andato anche oltre. Su GD c’è addirittura la sezione “Come riconoscere un sito di gioco legale”, dove vengono anche riportate alcune pagine internet dell’AAMS dove si può vedere, per esempio, l’elenco dei concessionari di Stato, sottolineando (notevole davvero) che l’eventuale presenza di personaggi famosi o simili come testimonial, non sia garanzia di sicurezza o legalità.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay